Questo articolo è stato letto 253 volte

Abuso edilizio: non è possibile imporre la demolizione di una tettoia abusiva aperta su tre lati

abuso-edilizio-tettoia-aperta.jpg

Il Comune non può imporre la demolizione di una tettoia aperta su tre lati, anche se costruita senza la necessaria autorizzazione. Il motivo è che una struttura di questo tipo non rientra fra i casi per i quali è richiesto il permesso di costruire (e contro i quali, conseguentemente, è possibile intimare la demolizione in caso di inadempienze). I casi in questione sono tre, fermo restando l’intervento di ristrutturazione deve portare a “un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente”, ai sensi dell’art.10 d.P.R. n. 380/2001:

  • il nuovo intervento deve avere comportato modifiche della volumetria complessiva degli edifici o dei prospetti;
  • deve avere cambiato la destinazione d’uso dell’immobile;
  • deve avere comportato “modificazioni della sagoma di immobili sottoposti a vincoli ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 e successive modificazioni”.

Questi gli ambiti gravati dall’onere di ottenere un’autorizzazione. L’immobile protagonista della sentenza che citiamo non rientra, secondo i giudici, in una delle due ultime ipotesi. Resta da verificare se l’edificazione della tettoia abbia o meno comportato modifiche della volumetria dell’edificio.

Tettoia aperta su tre lati, fa volume?

Non è questo il caso, almeno secondo la ricostruzione dei giudici. Queste le loro parole a riguardo: “ad escludere la rilevanza volumetrica della tettoia, sulla scorta di giurisprudenza anche recente (cfr. T.A.R. Molise, Sez. I, n. 43 del 29 gennaio 2016), è il fatto che essa, come si evince dalla stessa descrizione fattane dall’Amministrazione, è aperta su tre lati”.

Perciò, nonostante le rilevanti dimensioni (più di 30 metri quadrati), l’immobile non necessita del permesso di costruire e di conseguenza non è imponibile la sua demolizione.

TAR Campania, Sentenza n. 109 del 16.01.2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>