Questo articolo è stato letto 0 volte

Aggressione cani

aggressione-cani.jpg

Nel caso di specie, non è stato specificato quale sarebbe stato l’ulteriore comportamento che l’imputata avrebbe dovuto tenere, oltre a quelli esposti (chiusura del cane nel giardino, recinzione alta a sbarre di ferro, affidamento del cane al padre) per impedire l’evento lesivo.
La Corte ritiene che, per configurare il reato colposo, l’omissione dell’imputata debba risultare idonea ad essere considerata condizione necessaria dell’evento lesivo con “alto o elevato grado di credibilità razionale” o “probabilità logica”.

Vedi il testo della sentenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>