Questo articolo è stato letto 323 volte

L’ausiliare del traffico è un pubblico ufficiale nell’ambito di accertamento e di contestazione delle violazioni

ausiliare-traffico-pubblico-ufficiale.jpg

L’ausiliare del traffico è un pubblico ufficiale? La Corte di Cassazione getta luce sul tema, ricordando che l’attribuzione al cosiddetto ausiliario del traffico della qualità di pubblico ufficiale, o di incaricato di pubblico servizio, deve essere intesa in un rapporto di stretta connessione con l’attività per legge indicata come di competenza del primo.

Di conseguenza l’ausiliare del traffico assume la veste di pubblico ufficiale nell’esercizio delle funzioni di accertamento e contestazione delle violazioni al C.d.S..

Il caso esaminato nella sentenza allegata, contenente anche i chiarimenti sopraesposti riguarda una condanna per “oltraggio a pubblico ufficiale”. Secondo la Corte, integra il reato chi offende il prestigio dell’ausiliario del traffico, mentre questi compie un atto rientrante nella competenza per legge attribuitagli, durante l’esercizio delle sue funzioni e a causa di queste, in luogo pubblico in presenza di più persone.

Consulta la Sentenza 13928/17, Corte di Cassazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>