Questo articolo è stato letto 0 volte

Carabiniere travolge e uccide pensionato

Fonte: www.ilsecoloxix.it

Savona – Ha investito un pensionato con lo scooter, procurandogli ferite gravissime che qualche ora dopo gli sono costate la morte. Poi ha rifiutato di sottoporsi all’alcol test che volevano fargli i vigili urbani e anche di salire in ambulanza. Solo i suoi colleghi carabinieri sono riusciti a portarlo via,tra i fischi e gli applausi dei testimoni che contestavano un possibile trattamento di favore. Ma in serata il carabiniere di quartiere Fulvio B.,50anni, ha peggiorato la situazione: è finito piantonato da cinque agenti della municipale e da tre militari in ospedale, dopo aver aggredito un paziente mentre era in attesa di conoscere il risultato delle analisi del sangue eseguite per accertare se aveva bevuto o se era drogato.

Un’attesa dei risultati che si è prolungata fino a notte. Tutto è cominciato alle 16,30 quando è avvenuto l’incidente nella centralissima via Paolo Boselli all’altezza di via Monti, tra il negozio di scarpe Carlevarini e la gioielleria De Stefano, dove l’anziano stava attraversando lontano dalle strisce pedonali. Secondo le testimonianze raccolte, lo scooter condotto dal carabiniere, proveniente da piazza Saffi, era diretto verso piazza Mameli. Il carabiniere avrebbe colpito l’anziano al centro del lungo rettilineo, trascinandolo per una decina di metri. Sul posto è subito arrivata una pattuglia della polizia municipale e l’automedicale del 118 con l’ambulanza. Poco distante era in servizio anche una pattuglia della polmare che è corsa a dare manforte ai colleghi della municipale.

Alle 22 si è consumata la tragedia: Nicolino Squillaci, 78 anni, è morto in ospedale per le ferite riportate: una gamba rotta e un piede amputato non gli hanno dato scampo. L’accusa nei confronti del carabiniere, in attesa dei risultati dei test, è omicidio colposo: il magistrato di turno non ha ritenuto che ci fossero gli elementi per arrestarlo. Una vicenda che ha suscitato molto clamore in città, per il comportamento del militare dopo l’incidente. Dopo aver investito l’anziano è infatti andato in scena un penoso teatrino: per circa mezz’ora Fulvio B., carabiniere di quartiere fuori servizio (un passato al nucleo operativo e radiomobile),non ha voluto sottoporsi al test dell’etilometro come gli veniva chiesto dai vigili urbani che stavano ricostruendo la dinamica del violento scontro e neppure salire sull’ambulanza per farsi medicare come gli chiedevano i militi della Croce d’Oro. Alla fine sono stati i colleghi dell’Arma a convincerlo a salire sulla loro auto e a portarlo.

Un fatto che ha suscitato la reazione dei presenti: fischi, applausi ironici e battute. Decine di testimoni che hanno cominciato a inveire e contestare la scelta di far prendere in consegna l’investitore dai suoi colleghi carabinieri e non dai vigili urbani che stavano conducendo le indagini e verificando la dinamica. Un gesto che i presenti hanno interpretato come un favoritismo, poi smentito dagli stessi vigili.«È stata una scelta concordata»,ha spiegato in serata il comandante della polizia municipale Igor Aloi. Le indagini sul caso sono rimaste di competenza della municipale. Secondo quanto riferito dal comando, Fulvio B.èstato portato dai suoi colleghi all’ospedale San Paolo dove è stato visitato (le sue condizioni non sono gravi)e dove è stato sottoposto, su loro richiesta, alle analisi del sangue per verificare l’assunzione di alcol e droghe. Poi alle 22 la notizia del decesso dell’investito. Nel mentre il carabiniere visitato al pronto soccorso per le ferite al mento e per un leggero trauma cranico, ha aggredito un altro paziente, un cittadino albanese. Il militare è stato bloccato a fatica da un collega. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>