Questo articolo è stato letto 0 volte

Demolizione manufatti abusivi

demolizione-manufatti-abusivi.jpg

Il ddl S.580-B cosiddetto “Falanga” dopo l’approvazione in Senato ha ricevuto anche l’assenso della Camera la quale, avendone modificato il testo originario, ha decretato il suo riesame a palazzo Madama prima che possa essere promulgato e diventare legge a tutti gli effetti. 

Le principali novità introdotte, in caso di adozione definitiva da parte del Parlamento, sono:

– Adozione da parte dei P.M. di “Criteri di priorità per l’esecuzione delle sentenze” di demolizione dei manufatti abusivi, con precedenza quindi per determinate categorie (immobili non abitati, fabbricati di rilevante impatto ambientale, …);

– Istituzione di un Fondo finalizzato a integrare le risorse necessarie per le opere di demolizione da parte dei comuni;

– Istituzione di una Banca Dati Nazionale sull’abusivismo edilizio presso il MIT e gestita dall’Agenzia per l’Italia digitale in maniera tale da garantire l’accesso alla strumentazione digitale e satellitare a tutti i soggetti coinvoli nella repressione dell’abusivismo edilizio;

Leggi il ddl approvato dalla Camera dei Deputati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>