Questo articolo è stato letto 13 volte

Disciplina degli orari

La circostanza che nei Comuni abitualmente meta di turisti non sia previsto, ai fini della deroga alla disciplina degli orari, alcun provvedimento dell’amministrazione comunale  integra una forma di semplificazione amministrativa conforme alle regole della normativa statuale ed appare coerente con le particolarità socio-economiche di tali realtà, caratterizzate da un’economia prevalentemente turistica non assimilabile con l’ordinario svolgimento delle attività economiche proprie degli ordinari centri urbani.
Infatti, rientra nella discrezionalità del legislatore la valutazione finalizzata a differenziare, sulla base di criteri generali, la composita realtà territoriale, ai fini dell’attribuzione di specifiche qualificazioni della stessa, sia pure con il consueto, generale limite della non palese arbitrarietà ed irragionevolezza.

 

Consulta la sentenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>