Questo articolo è stato letto 6 volte

Distacco dei lavoratori e impiego di conducenti in operazioni di cabotaggio: nuove disposizioni

distacco-dei-lavoratori-e-impiego-di-conducenti-in-operazioni-di-cabotaggio-nuove-disposizioni.jpg

Con la circolare n. 300/A/5797/18/108/13/1 del 25 luglio 2018 il Ministero dell’Interno intende fornire alcuni chiarimenti alla precedente circolare n. 300/A/5507/18/108/13/1 del 10 luglio 2018, con la quale erano state fornite le prime indicazioni operative sull’applicazione della normativa sul distacco transnazionale dei lavoratori.

In particolare si precisa che:

– le informazioni aggiuntive in lingua italiana di cui all’art. 10, comma 1-bis lettera b) del d.lgs. 136/2016, da inserire nella comunicazione preventiva, devono intendersi riferite esclusivamente alle ipotesi di cabotaggio e non genericamente a tutto il settore del trasporto su strada. (paragrafi 3 e 6 della circolare del 10 luglio 2018)

– l’obbligo di tenere a bordo del veicolo la comunicazione preventiva di distacco riguarda sia imprese italiane che utilizzano lavoratori distaccati sia imprese straniere che operano in regime di cabotaggio. (paragrafi 4 e 5 della circolare del 10 luglio 2018)

– alla luce delle indicazioni procedurali fornite dall’Ispettorato Nazionale del Lavoro, con circolare n. 6262 del 17 luglio 2018, occorre chiarire che la segnalazione agli Uffici periferici di quell’organismo deve essere limitata ai casi in cui sia possibile, per gli uffici stessi, dare seguito agli accertamenti di specifica competenza e che, quindi, nel caso di violazioni che riguardano l’omessa comunicazione degli elementi aggiuntivi previsti dall’art. 10, comma 1 bis, lett. b), la segnalazione non deve essere effettuata. (paragrafo 7 della circolare del 10 luglio 2018)

– le disposizioni dell’art. 207 C.d.S. con il fermo amministrativo del veicolo in caso di mancato pagamento della sanzione nelle mani dell’agente accertatore o di mancato versamento della cauzione, trovano applicazione quando con un veicolo immatricolato in altro Stato, è commessa la violazione di cui all’art. 10, comma l-bis, 1-ter, e 1-quater, del Dlgs. 136/2016. (paragrafo 8 della circolare del 10 luglio 2018)

Consulta la circolare n. 300/A/5797/18/108/13/1, Ministero dell’Interno

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>