Questo articolo è stato letto 8 volte

Dal 1° luglio 2018 entrerà in vigore il Documento Unico di Proprietà delle automobili

documento-unico-proprieta-delle-automobili-entrata-in-vigore.jpg

Il Consiglio dei Ministri ha approvato, su proposta della Ministra per la semplificazione e la pubblica amministrazione Maria Anna Madia, tre decreti legislativi di attuazione della legge di riforma della pubblica amministrazione (legge 7 agosto 2015, n. 124).

Novità in arrivo per forze di polizia, vigili del fuoco e documento unico di proprietà degli autoveicoli.

In particolare, il decreto che trattiamo in questa sede introdurrà il documento unico di circolazione per gli autoveicoli, motoveicoli e rimorchi. La nuova “carta di circolazione” sostituirà i due documenti attuali: il certificato di proprietà del veicolo, di competenza dell’Aci, e il libretto di circolazione prodotto dalla Motorizzazione civile, come previsto negli altri Paesi europei, e consentirà di ottimizzare i costi di produzione, archiviazione e controllo a carico dell’amministrazione.

All’unico documento, inoltre, corrisponderà una tariffa unica, che sostituirà i diritti di Motorizzazione e gli emolumenti per l’iscrizione o la trascrizione di ogni veicolo al PRA.

Manterranno validità le carte di circolazione rilasciate anteriormente all’entrata in vigore del decreto ed anche quelle rilasciate successivamente, fino al 1° luglio 2018, data di entrata in vigore del nuovo documento unico di proprietà.

Consulta il Comunicato Stampa del Consiglio dei Ministri n. 31

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>