Questo articolo è stato letto 42 volte

E’ sussistente il maltrattamento di animali anche in assenza di malattie

E’costante l’orientamento della Corte di Cassazione III sez. pen, che nella sentenza n. 32585 del 20 novembre 2020 ha  ritenuto che in tema di maltrattamento di animali, il reato permanente di cui all’art. 727 cod.pen., è integrato dalla detenzione degli animali con modalità tali da arrecare gravi sofferenze, incompatibili con la loro natura, avuto riguardo, per le specie più note, al patrimonio di comune esperienza e conoscenza e, per le altre, alle acquisizioni delle scienze naturali, per cui non è necessario l’accertamento di lesioni.In particolare,la Corte ha sostenuto che l’assenza di malattie eccepita dal ricorrente non può essere considerata di per sé elemento idoneo a escludere le gravi sofferenze degli animali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>