Questo articolo è stato letto 26 volte

Incidente stradale causato dallo stato di ebbrezza: il nesso causale risiede nell’alterata percezione della realtà

ebbrezza-incidente-stradale-aggravante.JPG

Ubriaca alla guida, sbandava e usciva di strada, causando il danneggiamento di un cancello privato e del guard rail. Condannata per guida in stato di ebbrezza, aggravata dall’aver provocato un incidente stradale, ricorre in Cassazione lamentando l’assenza del nesso causale fra l’incidente e lo stato di ubriachezza in cui versava.

L’alterata percezione della realtà e l’assenza di altre possibili cause bastano per correlare alcol e sinistro

La Corte, nel dichiarare inammissibile il ricorso, descrive lo stato dei fatti: al momento del sinistro la strada era poco trafficata, le condizioni metereologiche erano buone e non sussistevano altre possibili cause del sinistro, se non l’alterata percezione della realtà dovuta all’assunzione di sostanze alcoliche. La motivazione data dalla Corte di Appello risulta quindi inattaccabile e priva di errori logici.

Potrebbero interessarti anche: 

Consulta la Sentenza n. 4602, 31.1.2017, Corte di Cassazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>