Questo articolo è stato letto 12 volte

Efficacia della notifica del decreto di citazione anche presso lo studio del difensore

Con la sentenza n. 31273/2017 la Terza sezione penale, richiamando la più recente giurisprudenza, specifica che  integra una nullità di ordine generale a regime intermedio, la notifica del decreto di citazione a giudizio effettuata, anziché al domicilio dichiarato dall’imputato, al suo difensore di fiducia, in quanto, seppur irritualmente eseguita, essa non è inidonea a determinare la conoscenza dell’atto da parte dell’imputato, in considerazione del rapporto fiduciario che lega quest’ultimo al difensore.
Chiarisce inoltre che l’omessa notifica al domicilio eletto è causa di nullità assoluta soltanto quando essa risulti, effettivamente, inidonea a determinare la conoscenza dell’atto da parte dell’imputato.

Consulta la sentenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>