Questo articolo è stato letto 0 volte

Enti locali: controllo e limitazione delle specie animali

enti-locali-controllo-e-limitazione-delle-specie-animali.jpg

In particolare, e più precisamente, va rilevata la carenza di motivazione della gravata ordinanza sindacale riguardo alla sussistenza di tali presupposti.
Nella specie, trattandosi, dell’esercizio di poteri extra ordinem, l’ordinanza non indica, come invece avrebbe dovuto indicare, quali siano gli effettivi pericoli per la salute pubblica attualmente e direttamente derivanti dalla presenza di tali specie di animali, nonché le ragioni per le quali a tali pericoli non possa essere fatto fronte mediante ricorso agli ordinari strumenti previsti dalla vigente normativa statale e regionale e dai correlati atti pianificatori assunti a livello regionale e provinciale. Parimenti l’ordinanza non indica altri elementi essenziali, quali il numero di volpi e piccioni presenti nel territorio comunale (mediante le relative operazioni di censimento), nonché il numero di questi animali che si ritiene eccessivo (con relativa documentazione probatoria) e che sarebbe, quindi, soggetto ad abbattimento.

Vedi il testo della sentenza

 

 

Novità editoriali

Prontuario di Polizia amministrativa
di Elena Fiore

La nuova edizione del “Prontuario di Polizia amministrativa e delle leggi di pubblica sicurezza di Elena Fiore è aggiornata con le ultime disposizioni normative e ampliata con nuove sezioni relative a stranieri, contravvenzioni ed illeciti amministrativi previsti dal Codice penale..


Clicca qui per maggiori informazioni

 


 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>