Questo articolo è stato letto 1 volte

Guida in stato di ebbrezza

guida-in-stato-di-ebbrezza-37.jpg

“le critiche condizioni dell’asfalto” che “non possono rappresentare, di per sé stesse un elemento valutabile in tesi difensiva”, soprattutto perché “tali condizioni avrebbero dovuto indurre il giovane a porsi alla guida del suo veicolo in condizioni di assoluta lucidità ed a guidare con la massima prudenza”.
Il ricorso, in cui si contestava la “leggerezza” della sanzione inflitta al giovane motociclista, viene accettato e la vicenda viene riaffidata al Tribunale competente per la rivalutazione del trattamento sanzionatorio.

Vedi il testo della Sentenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>