Questo articolo è stato letto 7 volte

Igiene dei prodotti alimentari

E’ legittima l’ordinanza dell’Azienda sanitaria che vieta la vendita di forme di fontina per insalubrità dei locali di produzione, anche se il relativo procedimento penale instaurato nei confronti dei titolari della ditta si è concluso in primo grado con l’assoluzione, e ciò in quanto una decisione penale non definitiva non preclude eventuali accertamenti di segno negativo da parte dell’Amministrazione preposta alla tutela della salute pubblica a mezzo del controllo della salubrità e genuinità dei prodotti alimentari.
Ha ricordato il Tar che, con riguardo alla specifica materia dell’igiene dei prodotti alimentari destinati agli operatori del settore alimentare, il regolamento Ue 852/04 stabilisce i seguenti principi di primaria importanza:
– la responsabilità principale per la sicurezza degli alimenti incombe sull’operatore del settore alimentare;
– la necessità di garantire la sicurezza degli alimenti lungo tutta la catena alimentare, a cominciare dalla produzione primaria;
– la necessità di garantire che gli alimenti importati rispondano almeno agli stessi standard igienici stabiliti per quelli prodotti nella Comunità, o a norme equivalenti.

Consulta la sentenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>