Questo articolo è stato letto 11 volte

Il danno all’immagine per induzione indebita è pari al doppio delle utilità promesse

La quantificazione della condanna erariale, di due amministratori per induzione indebita, è stata quantificata pari al doppio delle utilità promesse. Sono queste le conclusioni cui è giunta la Corte dei conti, Sezione giurisdizionale per la regione siciliana, con la sentenza n. 375/2020 anche se il fatto è avvenuto prima del criterio automatico del doppio disposto dalla legge 190/2012.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>