Questo articolo è stato letto 7 volte

Il reato di violazione di domicilio sussiste anche se l’appartamento è momentaneamente disabitato

il-reato-di-violazione-di-domicilio-sussiste-anche-se-l-appartamento-e-momentaneamente-disabitato.jpg

Il reato di violazione di domicilio sussiste anche se l’appartamento violato è momentaneamente disabitato. Lo dice la Corte di Cassazione che, rispetto alla configurazione di violazione di domicilio, chiarisce come “Tale configurabilità richiede indubbiamente l’attualità dell’uso dell’abitazione da parte di chi ne abbia la legittima disponibilità. La ricorrenza di siffatta condizione di attualità non presuppone tuttavia la necessaria continuità dell’uso; e non viene pertanto meno per la sola circostanza dell’assenza più o meno prolungata dell’avente diritto, in mancanza di indici rivelatori della volontà di questi di abbandonare definitivamente l’abitazione”.
Consulta la sentenza della Corte di Cassazione del 14.10.2016 n. 43499

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>