Questo articolo è stato letto 1 volte

Inquinamento acustico: dal 19 aprile entrano in vigore le nuove norme

inquinamento-acustico-dal-19-aprile-entrano-in-vigore-le-nuove-norme.jpg

Entreranno in vigore dal 19 aprile 2017 le nuove norme in materia di inquinamento acustico previste dai decreti legislativi n. 41 e 42 del 17.2.2017. Analizziamo le novità introdotte con i due decreti.

D.lgs. 41/2017

Il decreto interviene in particolare sull’inquinamento acustico prodotto dalle macchine operanti all’aria aperta. In particolare si colpiscono quelle importate da paesi extracomunitari e commerciate al dettaglio. La responsabilità sarà degli importatori.

In particolare, coloro che immetteranno in commercio attrezzature “per le quali e’ riscontrato da parte dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale il superamento del livello di potenza sonora garantito, sono soggetti, fuori dai casi in cui la violazione costituisce reato, alla sanzione amministrativa del pagamento della somma da euro 1.000 a euro 50.000”.

Consulta il Decreto 41/2017

D.lgs. 42/2017

Il Decreto mira ad armonizzare la normativa italiana sull’inquinamento acustico seguendo i dettami della direttiva europea 2002/49/CE. L’obiettivo dichiarato è quello di ridurre le procedure di infrazione comunitaria che interessano l’Italia, accelerando le tempistiche relative alla trasmissione delle mappe acustiche e dei piani d’azione.

A salvaguardia della popolazione vengono anche risolte alcune criticità relative al coordinamento fra i vari strumenti di pianificazione, all’applicazione dei valori limite e alla valutazione dell’impatto acustico nella fase di progettazione delle infrastrutture:

”La valutazione  di  impatto  acustico  di  infrastrutture  di  trasporto lineari, aeroportuali e marittime  deve  tenere  conto,  in  fase  di progettazione,  dei  casi  di  pluralità   di   infrastrutture   che concorrono all’immissione di  rumore”.

Infine i vari Ministeri sono invitati ad adottare, con decreto, uno o  più regolamenti, distinti  per   sorgente   sonora   relativamente   alla   disciplina dell’inquinamento acustico provocato dal traffico marittimo,  da imbarcazioni  di  qualsiasi  natura,  dagli  impianti  di risalita a fune e a cremagliera, dagli eliporti, dagli spettacoli dal vivo, nonché dagli impianti eolici.

Consulta il Decreto 42/2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>