Questo articolo è stato letto 15 volte

Intesa raggiunta sull’accordo per il rinnovo dei contratti per il Pubblico Impiego

intesa-raggiunta-sull-accordo-per-il-rinnovo-dei-contratti-per-il-pubblico-impiego.jpg

Con l’accordo firmato dal ministro della Funzione pubblica, dai leader di Cgil, Cisl e Uil, e dai rappresentanti delle categorie, si ripristina un sistema di relazioni sindacali in tutti i settori basato sulla partecipazione di lavoratori e sindacati all’organizzazione e alle condizioni di lavoro, alla valorizzazione professionale, che supera la pratica degli atti unilaterali. Numerosi gli impegni del Governo, tra i quali il rinnovo di contratti dei lavoratori precari in scadenza e il superamento del precariato all’interno della Legge quadro che dovrà essere prossimamente varata. Per quanto riguarda  la parte economica, le soluzioni salariali indicate nelle linee guida fanno riferimento a un aumento contrattuale di 85 euro medi mensili per il triennio 2016-2018. Gli aumenti dunque, si legge nell’accordo, saranno “non inferiori a 85 euro medi”: il ministro Madia ha insistito molto “sull’aggettivo medio” ed ha aggiunto: “ci sarà maggiore sostegno a chi ha sofferto di più la crisi, non è detto che gli aumenti saranno uguali per tutti”.
Consulta il testo dell’accordo del 30.11.2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>