Questo articolo è stato letto 1 volte

Lasci le chiavi in auto? Sono guai in caso di furto

Fonte: www.sicurauto.it

Sentite quanto appena accaduto a un automobilista, come racconta ilcorrieredellealpi: a Mezzano di Primiero (Trento), l’uomo la notte del 9 febbraio lascia l’auto in sosta (una Lancia Ypsilon) nei pressi di un bar con le chiavi sul quadro, spianando la strada a tre ladri che – entrati in macchina – sono scappati, salvo poi essere acciuffati dai Carabinieri, subito allertati dal proprietario del mezzo, dopo essersi schiantati contro il guardrail. I ladri, ubriachi, ne sono usciti incolumi, mentre la macchina ha subìto seri danni. Un episodio che consente di fare una riflessione legata alla sicurezza stradale e alle Assicurazioni.

LE CHIAVI DELL’AUTO? PREZIOSE – Anzitutto, se si lasciano le chiavi nel quadro, può arrivare una contravenzione per incauta custodia del mezzo. È quanto accaduto un paio d’anni fa a una signora di Sanremo, rea di aver lasciato le chiavi inserite nel blocco-accensione della moto. I Vigili urbani possono multarvi (40 euro) per incauta custodia del mezzo. L’articolo 158 del Codice della strada parla chiaro: “Per aver lasciato in sosta il veicolo senza adottare le cautele atte ad impedire l’uso dello stesso da parte di terzi, in quanto venivano lasciate le chiavi nel quadro di accensione“. Una normativa che forse in pochi conoscono o magari applicano, ma che di fatto esiste e punisce comportamenti che potrebbero rappresentare un pericolo. Dunque, il legislatore cerca di obbligare il proprietario del mezzo a usare la massima cautela nella custodia, pur se frutto di mera sbadataggine, come nel caso in oggetto. Idem se parcheggi col finestrino abbassato. Durante la sosta e la fermata il conducente deve adottare le opportune cautele atte a evitare incidenti ed impedire l’uso del veicolo senza il suo consenso. La ratio della norma è che un ladro potrebbe impossessarsi facilmente della vettura, e magari commettere un crimine (pure l’Assicurazione, se si ha la polizza contro il furto, potrebbe non risarcire il cliente per aver favorito il ladro). Inoltre, ipotizzando che la macchina è parcheggiata in pendenza, un bambino potrebbe accedere all’abitacolo, e magari agire sul freno a mano, divenendo un pericolo per sé e per gli altri. Anche chi lascia le chiavi attaccate o dimentica di chiudere le sicure dell’auto quando la si posteggia può essere multato.

LA CASSAZIONE CONFERMA – La stessa Cassazione dice che “è obbligo del conducente che lasci il veicolo in sosta anche per breve tempo, rendere inaccessibile l’abitacolo in aggiunta alle altre ordinarie precauzioni quali, ad esempio, l’asportazione della chiave di accensione, la frenatura del veicolo ecc. La mancata osservazione del suddetto obbligo può costituire fonte di colpa in caso di incidente stradale” (sezione IV penale 21/03/1967).

OCCHIO AL RIMBORSO – Avete la polizza contro il furto? Attenzione, se la macchina viene rubata per via di una vostra sbadataggine (avete lasciato le chiavi nel quadro), l’Assicurazione potrebbe negarvi il risarcimento. Esigendo, per dar via al rimborso, la consegna delle  chiavi dell’auto: se il proprietario non le consegna, sono guai, con l’indennizzo che rischia di volatilizzarsi, proprio come il veicolo. È tutto scritto nelle clausole del contratto, e tutti i soldi investiti nella polizza si riveleranno inutili, pur di fronte alle vostre insistenze. Anche per questo, in caso di smarrimento di una delle chiavi, conviene sempre sporgere denuncia per tempo:potrebbero non pagarvi anche se non avete la seconda chiave. Peraltro, l’articolo 1900 del Codice civile prevede che l’assicuratore non è obbligato per i sinistri cagionati da dolo o da colpa grave del contraente, dell’assicurato o del beneficiario, salvo patto contrario per i casi di colpa grave: una volta accertata la colpa grave e qualora la garanzia non la deroghi, la Compagnia ha diritto a non indennizzare l’assicurato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>