Questo articolo è stato letto 30 volte

Le assunzioni di personale della polizia locale in esercizio provvisorio

Il differimento al 31 luglio dell’approvazione del bilancio di previsione sta ponendo problemi di assunzioni di personale in alcuni comuni che hanno visto cospicue cessazioni dovute all’introduzione della cosiddetta “quota cento”, tanto da spingerli a chiedere ai giudici contabili se, in esercizio provvisorio, sia possibile effettuare assunzioni di personale, a tempo indeterminato o determinato. A tali richieste, in ordine di tempo, hanno risposto prima i giudici contabili partenopei (Corte dei conti, Campania deliberazione n.28/2020) e successivamente quelli pugliesi (Corte dei conti, Puglia deliberazione n.37/2020) chiamati a verificare la possibilità di assunzioni di personale della Polizia Locale ritenuto necessario ed indispensabile anche in relazione all’attuale emergenza epidemiologica di cui al DPCM 23.02.2020 e s.m.i.. Infine, a complicare il quadro di riferimento, a partire dal 20 aprile 2020, si aggiunge anche il recente Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 17 marzo 2020, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 108 del 27 aprile 2020, che ha previsto un nuovo regime assunzionale, basato ora sul rapporto tra spese del personale e entrate correnti (al netto del FCDE).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>