Questo articolo è stato letto 1 volte

Lignano: ambulante abusivo picchia vigile urbano in spiaggia

Fonte: www.udinetoday.it

Il fatto è accaduto all’altezza di viale Adriatico. L’uomo è stato sottosposto a fermo e accompagnato nelle camere di sicurezza della stazione della Polizia locale. Turisti inebetiti di fronte alla scena“

Agente della Municipale di Lignano Sabbiadoro picchiato da un ambulante abusivo in spiaggia. E’ accaduto sabato, nel tardo pomeriggio, nella zona di viale Adriatico. La reazione dell’uomo, di nazionalità marocchina, sarebbe dovuta al rifiuto di consegnare la merce, una volta attestata la sua condizione di illiceità.

La vicenda è stata resa nota domenica mattina, dopo che sono state completate tutte le procedure che hanno portato al fermo dell’ambulante. Ne ha dato notizia il Messaggero Veneto, che nell’articolo di Rosario Padovano riferisce che l’agente è stato poi visitato nel pronto soccorso di Sabbiadoro, dove gli infermieri lo hanno curato e quindi dimesso con una prognosi tutto sommato lieve, 15 giorni. Forse già oggi verrà celebrata l’udienza di convalida del soggetto fermato, presso il tribunale di Udine.

Il fatto è accaduto di fronte a diversi turisti che sono rimasti inebetiti. Infatti i vigili urbani lignanesi, come ogni giorno, stavano procedendo a normali controlli antiabusivismo sulla spiaggia, stavolta a Sabbiadoro, in un zona lontana di Lungomare Trieste, quasi verso la curva di viale Adriatico. Tre agenti di polizia hanno avvicinato un venditore abusivo. Si trattava, insomma, di uno dei tanti controlli di routine. Infatti questi sequestri avvengono quotidianamente, sia sull’arenile che sull’Asse centrale. Il magrebino stava vendendo delle borse, senza alcuna autorizzazione. Anzichè consegnarle si è ribellato, opponendo resistenza. Solo che è stato molto energico. Ha esagerato.

Nelle fasi concitate del controllo ha procurato varie escoriazioni all’agente, sul collo. Ad assistere alla scena c’erano anche altri due venditori ambulanti, che si sono avvicinati all’abusivo, con il proposito – parrebbe – di dargli man forte. Poi stranamente si sono allontanati, forse proprio perchè la situazione stava degenerando. Così il cittadino marocchino, dall’apparente età di 30-35 anni, è stato accompagnato alla sede della polizia locale per essere sottoposto a un interrogatorio. L’uomo è stato poi accompagnato nella di sicurezza ricavata nello stesso stabile che ospita la sede della polizia locale.“

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>