Questo articolo è stato letto 22 volte

Macchine operatrici trainate

Il Ministero Infrastrutture e Trasporti pubblica la circolare 20 maggio 2019, n.102147 con cui definisce le prescrizioni per l’inquadramento dei veicoli, in origine provenienti dalla categoria O (rimorchi industriali), in macchine operatrici trainate, ivi compreso il limite di anzianità ammesso per riconoscere tale trasformazione.

Le macchine operatrici, semoventi e trainate, in quanto tali, così come disciplinate specificatamente dall’articolo 58 del Codice della strada, essendo destinate all’esecuzione di un lavoro, ovvero al semplice spostamento di cose connesse con il ciclo operativo della macchina stessa o del cantiere, sono utilizzate saltuariamente per la circolazione su strada.

La funzione di una macchina operatrice non è infatti quella di effettuare trasporto di persone o cose non connesse al ciclo operativo della macchina o del cantiere, ma di compiere esclusivamente o principalmente lavori ovvero di essere strumento per la realizzazione delle opere indicate nello stesso articolo 58.

Le disposizioni che disciplinano da un punto di vista tecnico la materia delle trasformazioni dei veicoli delle categorie N ovvero O in macchine operatrici sono rivolte a garantire la sicurezza della circolazione stradale.

Con questa circolare si ritiene utile elencare le prescrizioni tecniche da richiedere in fase di riconoscimento della trasformazione.

Consulta la circolare

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>