Questo articolo è stato letto 1 volte

Nuova Circolare MIT sul giudizio di idoneità per patente di guida

nuova-circolare-mit-sul-giudizio-di-idoneita-per-patente-di-guida.jpg

In riferimento alla formulazione del giudizio al termine della fase nel traffico della prova di valutazione delle capacità e dei comportamenti per il conseguimento delle patenti di guida, Il Ministero ricorda che “il giudizio sulle prove dei candidati si forma, da una parte, sulla base di fatti oggettivi, non contestabili, quali il rispetto della segnaletica stradale e delle norme di comportamento previste dal codice della strada, dall’altra dall’insieme di comportamenti che sono improntati a valutazione discrezionale da parte dell’esaminatore”. A seguire, il MIT propone un elenco delle violazioni che comporta l’immediato giudizio di non idoneità. In conclusione, il Ministero ribadisce che nel caso, nel corso della prova, il candidato effettui una manovra errata, “l’esaminatore può anche consentire la ripetizione della manovra stessa. Un ulteriore errore della stessa manovra comporterà l’esito di non idoneità” e  che, in ogni caso, il giudizio finale di idoneità è rimesso “alla prudente valutazione dell’esaminatore”.
Consulta il testo della Circolare MIT prot. 21284 del 28.09.2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>