Questo articolo è stato letto 0 volte

Nuovo contratto enti locali: a giugno gli aumenti

Finalmente è stato stipulato il nuovo contratto nazionale del personale degli enti locali, che già aveva ottenuto la certificazione positiva della Corte dei Conti. A giugno i 467mila dipendenti degli Enti locali riceveranno in busta paga gli arretrati relativi a 2016 e 2017 e ai primi cinque mesi del 2018.

Supponendo che giugno sia il mese giusto, la tranche già maturata dovrebbe andare, secondo stime sindacali, dai 592,50 euro a 883 euro lordi. In Regioni ed Enti locali gli aumenti medi a regime viaggiano a quota 65 euro lordi, all’interno di un raggio di valori che vanno dai 52 euro lordi per la categoria A1 (l’ultima nella gerarchia degli organici locali) ai 90,3 euro per la D6 (cioè la prima).

Consulta il testo del CCNL Funzioni Locali del 21 maggio 2018
Consulta il grafico con gli aumenti per categoria

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>