Questo articolo è stato letto 0 volte

Pagamento elettronico della sosta: la nota di ANCI

pagamento-elettronico-sosta-nota-anci.jpg

La Sentenza del Giudice di Pace di Firenze n. 1079 del 24.4.2017, in cui si affermava che laddove non fosse implementata la possibilità di pagare la sosta al parchimetro attraverso bancomat o carta di credito le eventuali sanzioni elevate sarebbero illegittime, aveva fatto molto scalpore. La decisione del giudice era sostenuta dall’articolo 1 della legge di stabilità 2016, che al comma 901 dispone che i “dispositivi di controllo di durata della sosta” debbano accettare pagamenti a mezzo di carta di credito o bancomat.

La nota di ANCI chiarisce che, in attesa dell’emanazione dell’annunciato decreto attuativo del Ministero dell’Economia e delle finanze, che dovrà occuparsi anche di questa materia, l’assenza di sistemi di pagamento con carte di credito e di debito non solleva i conducenti dal rispetto delle norme del Codice della Strada. Il mancato pagamento della sosta dovrà quindi essere ancora punito con la dovuta sanzione.

Infine ANCI ricorda quanto segue:

Nelle città dove esistono i pagamenti con sistemi che utilizzano i cellulari (cosiddetti “mobile payments”), si ritiene assolto l’obbligo di legge, pur in assenza di lettori fisici di carte di debito e credito, in quanto le carte virtualizzate sottostanti alla modalità di pagamento “mobile payment” devono considerarsi coerenti con la finalità e gli obiettivi della norma.

Consulta la Nota ANCI 18.5.2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>