Maggioli Editore
LOGIN ricorda Password dimenticata
  • Rss Feed
Cerca nel sito

DIRETTORE
ELENA FIORE

COMITATO DI REDAZIONE
Sergio Bedessi, Alberto Gardina, Maurizio Marchi

COORDINAMENTO REDAZIONALE
Raffaella Bianchi

Inserito: 22/12/2017 Letto: 241 volta/e

Condividi su Linkedin

22/12/2017
Polizze auto temporanee inesistenti: cinque automobilisti truffati

Dopo un periodo di tregua, si riaffaccia sul territorio di Prato il preoccupante fenomeno delle assicurazioni false e dei conducenti truffati da sedicenti broker. Qualche anno fa era stata proprio la municipale di Prato, insieme alla Guardia di Finanza, a far chiudere una agenzia di viaggi che truffava i propri clienti fornendogli delle false polizze assicurative on line.

La smaterializzazione dei contrassegni assicurativi, oltre ad un maggior controllo da parte degli organi di polizia stradale, sembrava aver arginato il fenomeno, che invece si è riproposto, con diversi pratesi che si sono scoperti vittima di truffa e che hanno subito il sequestro del proprio veicolo. La polizia municipale di Prato ha infatti scoperto, nel giro di poco meno di un mese, ben 5 veicoli senza assicurazione: solo in quel momento i conducenti hanno scoperto che i soldi versati erano finiti nelle tasche di truffatori. Tutte le vittime si erano rivolte ad assicurazioni on line cercando polizze temporanee, intestate a diverse compagnie assicurative ben conosciute, che si sono rivelate inesistenti.

Sfruttando la lentezza burocratica nell'oscurare siti internet e soprattutto il fatto che la maggior parte delle compagnie assicurative non prevede contratti temporanei, i truffatori hanno potuto proporre ai propri clienti polizze apparentemente molto convenienti da pagare tramite ricariche di carte prepagate. I contatti tra truffatori e vittime avvenivano sempre tramite chat o mail, anche quando il sito web faceva riferimento ad uffici veri e propri nelle vicinanze. Una volta effettuato il pagamento il cliente si vedeva arrivare sullo smartphone il file del contratto e da quel momento circolava tranquillo, pensando di essere in regola, fino ai controlli di polizia stradale da cui è emersa la truffa.

Oltre alla sanzione amministrativa per la mancata assicurazione, i truffati si sono visti quindi sequestrare il veicolo, che hanno potuto riprendere solo dopo aver stipulato nuova assicurazione. Sono state naturalmente sporte denunce e al momento sono in corso le indagini per individuare gli autori della truffa, che, lavorando tramite internet, non sono necessariamente presenti sul territorio pratese.

I siti al momento coinvolti risultano essere www.guidiassicura.it , webdefence e www.assicurazioni-temporanee.it , che pubblicizzano polizze temporanee facenti capo ad inesistenti uffici assicurativi nel nord Italia. Per questo la polizia municipale raccomanda a tutti gli automobilisti di verificare sempre con chi stanno assicurando il proprio veicolo, perché come spesso accade nel mare magnum del web, si trovano operatori corretti e regolarmente iscritti all'albo degli assicuratori, ma anche soggetti privi di scrupoli che, per mettersi in tasca qualche centinaia di euro non esitano a far circolare veicoli senza assicurazione con tutti i pericoli per gli altri utenti della strada ed i problemi per i truffati, soprattutto se coinvolti in incidenti.

Fonte: iltirreno.gelocal.it

Indietro


Previous Next
Previous Next