Maggioli Editore
LOGIN ricorda Password dimenticata
  • Rss Feed
Cerca nel sito

DIRETTORE
ELENA FIORE

COMITATO DI REDAZIONE
Sergio Bedessi, Alberto Gardina, Maurizio Marchi

COORDINAMENTO REDAZIONALE
Raffaella Bianchi

Inserito: 22/12/2017 Letto: 101 volta/e

Condividi su Linkedin

22/12/2017
Daspo, la questura di Frosinone è la seconda più attiva in Italia

Dopo Roma, ci sono Frosinone e Bari. E poi Napoli. La questura di via Vado del Tufo è la seconda d'Italia per numero di daspo, i divieti di assistere alle manifestazioni sportive. La stazione 2015-2016, quella che ha lanciato il Frosinone nell'Olimpo del calcio, con la prima e finora unica partecipazione alla serie A, ha determinato un'ulteriore impennata dei daspo emessi dal questore. Il più 74% in un anno, rispetto ai 98 della stagione precedente non è record, ma è sintomo di una crescita continua degli episodi di violenza in occasione delle partite che si disputano in Ciociaria. Nella stagione 2013-2014, infatti, i daspo erano 71, il che significa un più 140% in appena due anni. Secondo il rapporto annuale dell'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive la questura di Frosinone con 171 daspo, al pari di Bari, è dietro solo a Roma che ne ha 203. Quindi Napoli con 164, e più staccate, Caserta con 86 e Torino con 80.
Se si tiene conto dell'incremento percentuale Messina conil 657%,ma consoli 53daspo, è la primatista, davanti ad Ascoli Piceno e Rimini, entrambe con un più 600% e 21 daspo. Latina, per avere un termine di paragone con Frosinone, ha 24 daspo: rispetto ai 61 dell'anno prima fanno un meno 60%. Nell'elenco di incontri con incidenti e feriti ci sono tre gare del Frosinone ovvero Frosinone-Hellas Verona del 29 novembre 2015 e Frosinone-Lazio del 21 febbraio successivo, nonché il match di andata a Roma con la Lazio del 4 ottobre. Con il Verona ci sono stati cinque tifosi feriti, con la Lazio a Frosinone un agente e un tifoso, con la Lazio a Roma un altro supporter. Otto i feriti complessivi. L'Osservatorio considera anche i daspo emessi per tifoserie. Posto che per 723 non è stato possibile risalire alla squadra, la tifoseria più cattiva risulta quella del Legia Varsavia protagonista di scontri conil Napoli.
Itifosi polacchi daspati sono stati 237, seguono poi i veronesi, protagonisti di scontri pure a Frosinone, costati l'arresto di cinque ultras veneti, con 124 daspo, poi Cava dei Tirreni con 78, Napoli con 71 e poi le altre squadre con il Latina a 9 (dai 26 dell'anno precedente), il Frosinone a 7 (ma l'anno prima erano 19 e i due precedenti 4 e 3), la Viterbese a 5.
Considerando anche le categorie minorici sono2 daspoad Esperia,eunoa Sora(controi2dell'an no prima).
Nello studio si dà conto del fatto che i tifosi del Frosinone hanno effettuato cinque trasferte in treno, in questo caso terzi dopo le tifose riedi Napoli,Romae Lazio,rispettivamente con 13, 12 e 7. In totale sono 768 i tifosi del Frosinone che hanno viaggiato in treno, ovvero 154 a partita, ovvero l'undicesimo posto della graduatoria, nella quale però ci sono molte squadre con una sola trasferta come la prima assoluta l'Empoli, con 500. L'Inter è seconda con due trasferte in treno con una media di 400 spettatori e la Vis Pesaro terza con 300 supporter mossisi in una sola occasione. Le trasferte in treno, tuttavia, hanno creato problemi di ordine pubblico. «Si sono evidenziati negativamente si legge nel dossier -i tifosi del Napoli (650 tifosi per 13 partite) e del Frosinone (768 tifosi per 5 trasferte) responsabili sia di episodi di intemperanza che di violenza e minaccia in danno di personale di Trenitalia».

Fonte: ciociariaoggi.it

Indietro


Previous Next
Previous Next