Questo articolo è stato letto 4 volte

Prescrizioni per le emissioni e gli inquinanti gassosi

Con circolare 23/09/2020, n. 17925, il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti aggiorna le prescrizioni per le emissioni e gli inquinanti gassosi e per l’omologazione dei motori a combustione interna destinate alle macchine mobili non stradali emanate con Regolamento (UE) 2016/1628 del Parlamento Europeo e del Consiglio  in seguito all’entrata in vigore del Regolamento (UE) 2020/1040 che modifica il suddetto RUE in particolare per quanto concerne le disposizioni transitorie di cui al suo art. 58.

Nella sostanza l’Unione Europea, per intervenire in aiuto degli operatori economici dei comparti coinvolti a fronteggiare le criticità generate dalla pandemia di COVID-19, ha ritenuto opportuno posticipare di 12 mesi le scadenze per l’installazione e l’immissione sul mercato delle macchine mobili non stradali con motori cosiddetti ‘di transizione’, ovvero motori delle fasi precedenti prodotti prima della data di inizio della Fase V. La UE ha tuttavia ritenuto di garantire tale proroga non a tutte le categorie di potenza (P), ma solo a quelle con P < 56 kW e P > 130 kW, ovvero quelle per cui le suddette scadenze ricorrevano al 30 giugno (per la produzione) ed al 31 dicembre (per l’immissione sul mercato) dell’anno in corso 2020.

Sono invece rimaste inalterate le scadenze di giugno (produzione) e  dicembre (immissione sul mercato) 2021 per le macchine con potenza compresa tra 56 e 130 kW.

Consulta la circolare

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>