Questo articolo è stato letto 1 volte

Prorogato lo smart working nella Pubblica Amministrazione: il punto di vista dell’esperto

Ancora una volta, in periodo di pandemia, il Dipartimento della Funzione pubblica interviene a disciplinare il tema del lavoro agile, con un nuovo decreto che è stato reso noto attraverso la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 29 gennaio scorso. Si tratta del decreto 20 gennaio 2021 con il quale è stata disposta la proroga al 30 aprile 2021 di quanto contenuto nel decreto del 19 ottobre scorso, che disciplinava appunto il lavoro agile (o smart working) e la sua estensione alle pubbliche amministrazioni, anche in assenza di accordi con i dipendenti, fino al 31 dicembre 2020. A dicembre era stato adottato un altro atto che prolungava gli effetti del decreto del 19 ottobre 2020 a fine gennaio. Ora, dal momento che con deliberazione del Consiglio dei ministri del 13 gennaio 2021 lo stato di emergenza è stato prorogato a fine aprile, anche i termini relativi allo smart working sono stati adeguati di conseguenza.

Continua a leggere l’articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>