Questo articolo è stato letto 30 volte

Reato di resistenza a pubblico ufficiale

Il contributo al delitto di resistenza può essere prestato anche solo attraverso una condotta rafforzativa dell’altrui azione offensiva o che ne aggravi gli effetti mettendo in discussione il corretto operato delle forze dell’ordine.
Occorre però la dimostrazione di una condotta univocamente ricostruibile come preordinata, anche solo in prospettiva dello sviluppo della dinamica dei fatti, a realizzare una condotta oppositiva verso le forze dell’ordine.

Consulta la sentenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>