Questo articolo è stato letto 0 volte

Scacco alla banda delle auto rubate

Fonte: www.corriereadriatico.it

PORTO SAN GIORGIO – Scacco matto alla banda delle auto rubate. Nell’arco di pochi giorni la polizia municipale di Porto San Giorgio ha, infatti, rinvenuto nel quartiere nord un’auto, un furgone e due targhe, tutti rubati, che lasciano pensare a un sottobosco criminoso che orbita tra via viale dei Pini, il lungomare, via Marche e via Vittorio Veneto. L’ultimo ritrovamento è avvenuto proprio ieri mattina, nel piazzale della chiesa Sacra Famiglia.

“Lavoro frutto di una vigilanza diffusa sempre più importante” il commento del comandante della Municipale, Giovanni Paris. Ieri mattina, infatti, un residente del quartiere nord ha segnalato ai vigili urbani un veicolo cabinato parcheggiato da troppo tempo nel piazzale. Una sosta a dir poco sospetta. Appena allertati, gli agenti del Comune sono arrivati sul posto e, a seguito di accertamenti, hanno potuto costatare che quel furgone è stato rubato lo scorso 24 ottobre nell’elpidiense e la sua scomparsa è stata segnalata dal proprietario con apposita denuncia.

Per la Municipale non è stato possibile ispezionare l’interno del veicolo perché chiuso a chiave. Nessun dettaglio, dunque, nemmeno sugli ipotetici reati a cui potrebbe essere legato. Ma nell’approfondire il tema delle auto rubate si scopre che i vigili, solo una settimana fa, hanno individuato, sempre su segnalazione di alcuni residenti, un veicolo rubato e abbandonato, per la precisione un’Audi A1, in via 4 novembre, a un centinaio di metri dal Comune.

E come se non bastasse pochi giorni prima in via Piave sono state rinvenute dagli uomini guidati da Paris, due targhe rubate nel 2011 in provincia di Pesaro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>