Questo articolo è stato letto 2 volte

Scooter e moto, in 6 mesi 5.700 multe per sosta vietata: e i ghisa controllano l’assicurazione coi tablet“

Fonte: http://www.milanotoday.it

I vigili urbani di Milano stanno dando una “stretta” alle moto e agli scooter parcheggiati in città in modo irregolare. La sosta “selvaggia” dei mezzi a due ruote non ha mai smesso di essere sanzionata, ma c’è una sostanziale “tolleranza” dovuta al fatto che, da una parte, spesso non c’è un vero intralcio, e dall’altra, nel giro di qualche decennio, l’uso delle due ruote a motore è cresciuto in modo esponenziale, e c’è “fame” di posti regolari.

Tuttavia, adesso, i ghisa hanno uno strumento in più, il tablet, che consente loro di verificare in tempo reale i dati su assicurazioni e revisioni. Così, quando un motorino è parcheggiato in modo irregolare e viene notato da un vigile particolarmente rigoroso, viene “scandagliato” per controllare anche quei dati.

Non è uno scherzo: se la sosta irregolare “costa” 28 euro (conciliando entro cinque giorni), non avere l’assicurazione prevede il sequestro del mezzo e una multa che può tranquillamente superare i mille euro (da 849 a 3.396), anche se il motociclista può pagare solo 212 euro se l’assicurazione è scaduta da meno di 30 giorni o se entro 30 giorni si demolisce il mezzo. Saltare la revisione significa invece dover pagare una multa di 169 euro e, se si viene fermati mentre si circola, anche la sospensione della circolazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>