Questo articolo è stato letto 0 volte

Si scaglia sugli agenti e tenta la fuga Arrestato a P.Rotondo un ambulante

Fonte: www.sassarinotizie.com

OLBIA. Un ambulante di origine senegalese, domiciliato a Olbia, è stato arrestato dagli uomini Polizia Locale, diretti dal comandante Gianni Serra, nella serata di ieri a Porto Rotondo per aver reagito con violenza a un controllo di polizia commerciale. L’uomo si trovava insieme ad un connazionale nella spiaggia Ira. Gli agenti del nucleo di polizia commerciale, la cui attività prevalente dal mese di giugno è quella di assicurare il rispetto delle regole vigenti sulle spiagge e di contrastare il commercio di merce contraffatta,  hanno notato che i due uomini detenevano un quantitativo “importante” di capi di abbigliamento contraffatti. Tra questi: costumi, vestiti da donna e magliette. Gli agenti hanno raggiunto i due uomini e hanno chiesto loro di esibire i documenti di identità e, inoltre, hanno domandato quale fosse la provenienza della merce in loro possesso. I due senegalesi hanno immediatamente reagito con provocazioni e minacce, hanno rifiutato di declinare le generalità e si sono diretti verso un’area retrostante la spiaggia con la chiara intenzione di scappare a bordo dell’auto di proprietà dell’uomo arrestato successivamente. 

Gli agenti della polizia locale hanno intimato ai due uomini di consegnare la merce e li hanno ripetutamente invitati a essere collaborativi. Ma i due ambulanti si sono scagliati contro gli agenti; l’uomo arrestato allora ha raccolto un grosso masso e ha cercato di lanciarlo contro uno dei due agenti, ma è stato prontamente bloccato dal secondo componente della pattuglia; ne è scaturita una violenta colluttazione al cui termine l’uomo è stato immobilizzato. Il secondo uomo, approfittando della colluttazione tra il connazionale e gli agenti, si è seduto a bordo del veicolo, al cui interno era stato stoccato un quantitativo ingente di merce, con l’intento evidente di darsi alla fuga a bordo del mezzo. Uno dei due agenti  ha immediatamente raggiunto l’auto intimandogli di scendere dal mezzo e di consegnare le chiavi; l’ambulante ha acceso il motore ed è partito a tutta velocità in direzione della periferia del centro turistico.

L’uomo tratto in arresto è stato trasferito presso il comando di Olbia e, contestualmente,  sono cominciate le ricerche dell’uomo datosi alla fuga. L’autovettura, una Volkswagen Polo è stata rinvenuta alle due del mattino in via Umbria ed è stata sottoposta a sequestro probatorio, ma del secondo uomo fino a questo momento si sono perse le tracce. Il dott. Angelo Beccu Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Tempio è stato prontamente informato dell’arresto e gli sono stati trasmessi gli atti; questa mattina l’uomo arrestato sarà accompagnato a Tempio per l’udienza di convalida fissata alle 10,30. D. M., di 42 anni, dovrà rispondere di resistenza, oltraggio, minacce e violenza a pubblico ufficiale, rifiuto di generalità, detenzione di merce contraffatta.   

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>