Questo articolo è stato letto 0 volte

Sicurezza stradale: in arrivo l’elicottero che fa le multe

Fonte: www.automoto.it

Il Grande Fratello aguzza la vista e ci guarda dall’alto. Arrivano infatti gli elicotteri capaci di scattare le foto a un chilometro di distanza. I furbi non hanno scampo. È già in funzione in Spagna.

Dopo il Tutor è l’ora di Pegasus

Così si chiama il nuovo sistema di rilevazione delle infrazioni stradali operativo da quest’anno in Spagna. Il sistema – spiega l’ASAPS – sfrutta un sensore radar montato direttamente sugli elicotteri ed è stato realizzato dalla canadese Wescam in collaborazione con il Centro Español de Metrología (CEM) e la Dirección General de Tráfico (DGT).

Sull’elicottero sono montate due telecamere che inquadrano il veicolo da sanzionare e la sua targa. I sensori calcolano la velocità fino a 360 km/h a un’altezza di 300 metri dal suolo, fino a un chilometro di distanza dal mezzo.
Una volta registrata l’infrazione, questa viene inviata automaticamente al centro elaborazione dati e da qui al contravventore.

In Spagna verrà impiegato in prevalenza sulle strade statali. Posto che in Italia la rete autostradale è monitorata in gran parte dal sistema Tutor, anche da noi potrebbe trovare un utile impiego su questo tipo di strade, in particolare per sanzionare i comportamenti più pericolosi per la collettività. Ma in tempi di spending review dubitiamo si trovino i fondi per alzare in volo gli elicotteri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>