MAGGIOLI EDITORE - Polnews


Autovelox: addio cartello d┬ĺavviso? Una recente Sentenza mischia le carte in tavola
La Corte di Cassazione, con Sentenza del 28 marzo 2017, n. 7949, esamina un caso di ricorso ad una sanzione per eccesso di velocità accertato tramite autovelox

Ormai siamo abituati a vedere le postazioni di rilevamento automatico della velocitÓ accoppiate con l’immancabile cartello di avviso “controllo elettronico della velocitÓ”. La situazione potrebbe presto cambiare, in un certo senso, grazie a un’importante Sentenza della Cassazione che afferma diversi principi. Andiamoli a vedere:

Infine un’utile considerazione relativa alle indicazioni da riportare nel verbale: “la circostanza che nel verbale di contestazione di una violazione dei limiti di velocitÓ accertata mediante “autovelox” non sia indicato se la presenza dell’apparecchio fosse stata preventivamente segnalata mediante apposito cartello non rende, peraltro, nullo il verbale stesso, sempre che di detta segnaletica sia stata accertata o ammessa l’esistenza”. Spetta quindi al Comune dimostrare, in caso di opposizione, l’esistenza di detta segnaletica di avviso.

Consulta la Sentenza n. 7949, 28 marzo 2017, Corte di Cassazione


www.polnews.it