MAGGIOLI EDITORE - Polnews


Personale
Sussiste al violazione della regola dell’anonimato delle prove scritte di un concorso nel caso in cui il candidato abbia inserito nella busta contenente l’elaborato, anche alcuni fogli della brutta copia recanti l’inserimento di espressioni aggiuntive - TAR Veneto, sez. I, 1/4/2014, n. 445

L’utilizzo di tali espressioni aggiuntive determina la sicura identificabilit della provenienza degli elaborati in base alla indicazione inserita in capo alla "brutta copia" dell’elaborato e, pertanto, giustifica la fondatezza giuridica del dubbio sulla non difficile riconoscibilit degli scritti, nonch la fondatezza giuridica della esclusione dal concorso.

Vedi il testo della sentenza


www.polnews.it