Questo articolo è stato letto 5 volte

Ticket scaduto: la Cassazione mette fine alla querelle

ticket-scaduto-la-cassazione-mette-fine-alla-querelle.png

La Corte di Cassazione prende posizione sulla questione della possibilità di sanzionate – o meno – l’automobilista che lascia in sosta il veicolo esponendo un ticket scaduto, per sostenere chiaramente che tale condotta non configura un mero inadempimento contrattuale, bensì una vera e propria violazione amministrativa che, in quanto tale, deve essere sanzionata ai sensi del CdS. La Corte quindi, disattendendo l’orientamento espresso dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con la circolare 2074/2015, condivide l’interpretazione già fornita dalla Corte dei Conti, Sezione giurisdizionale per la Regione Lazio, con la sentenza 19 settembre 2012, n. 888. Il giudice contabile infatti aveva riconosciuto la responsabilità erariale nei confronti dei funzionari pubblici che, ritenendo tale ipotesi ricadente nell’inadempimento contrattuale, non avevano applicato la sanzione amministrativa ai veicoli lasciati in sosta senza ticket o con ticket scaduto nelle aree di parcheggio a pagamento.

Leggi la sentenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>