Questo articolo è stato letto 0 volte

Trapani, Ztl, il Sindaco Damiano in giro a controllare

Fonte: marsala.it

 Ieri il Sindaco di Trapani, Vito Damiano è stato, come scrive il suo ufficio stampa (?) “sin dalle 8.00 e per quattro ore” in giro per Trapani a controllare i benefici effetti della nuova Ztl. Per fortuna il caldo ha dato una tregua, e la giornata era anzi nuvolosa.  In questi quattro ore di appostamenti, salscendi, scrutamenti, il Sindaco generale dei carabinieri non era solo. Con lui l’ Assessore De Marino, il Dott. Guarano – comandante della Polizia Municipale, l’Amministratore delegato della Trapani Servizi Mario Carta ed altri funzionari. Insomma, una specie di processione. Ma per fare cosa? Il Sindaco, si legge nella nota: ” Ha voluto percorrere alcune vie del centro storico rilevando che il provvedimento di estensione della ZTL, come si prefiggeva , ha reso liberi molteplici stalli di parcheggio per i residenti, ridotto notevolmente il transito di automotoveicoli agevolando la circolazione dei pedoni”. C’è sempre un po’ di difetto di comunicazione.  Alcune persone si sono rivolte al Sindaco per avere delucidazioni in ordine all’accesso e alla sosta nella ZTL che  lascia ancora dubbi nei cittadini residenti. Il comunicato continua: 

La “passeggiata” è servita inoltre per rilevare direttamente talune problematiche relative alla raccolta dei rifiuti, allo spazzamento delle vie e alla pulizia del basolato.
In ordine a tale ultimo aspetto alla Polizia Municipale è stato richiesto di svolgere più frequenti controlli dinanzi agli esercizi commerciali di somministrazione di alimenti e bevande, per far rispettare l’ordinanza che impone ai titolari di mantenere pulito il suolo pubblico prospiciente il loro locale. Disposti anche controlli più severi e frequenti nei luoghi di abbandono dei sacchetti della spazzatura, nell’attesa che entri in vigore la raccolta differenziata.
L’ intervento della Protezione Civile comunale è stato, invece, richiesto per mettere in sicurezza aree della pubblica via per il rischio di distacco di parti dei prospetti di vecchi edifici i cui proprietari saranno diffidati al ripristino.
Anche per la sede stradale sono stati disposti interventi per eliminare buche e dissesti nonché quelli più complessi per il ripristino di tratti di rete fognaria.
Sono state visionate infine aree, già individuate nel progetto ZTL ove realizzare i parcheggi per veicoli a due ruote.
E’ stato altresì rilevato che gli ampi parcheggi gratuiti, realizzati nel Piazzale Giovanni Paolo II (capolinea ATM, oltre Piazzale Ilio) per consentire la sosta lunga dei veicoli degli operatori del centro storico e dell’utenza, ancorché serviti ogni 15 minuti da bus navetta, non vengono al momento utilizzati a pieno.
L’appello rivolto dall’Amministrazione ai cittadini che vogliano recarsi nel centro storico e godere di esso, attraversandolo a piedi, ovvero per effettuare acquisti o fermarsi a colazione, è quello di lasciare l’automobile nei parcheggi liberi (Piazza Vittorio Emanuele, Piazzale Giovanni Paolo II, Viale Ilio, ecc) e utilizzare il bus navetta in funzione fino alle 20,00 quello della linea 1 e fino alle 22,00 quello della linea 2.

Sulla Ztl va registrata anche la proposta del consigliere comunale Abbruscato su  «accorgimenti e modifiche» potrebbero migliorare il progetto ie rendere più fruibile il centro storico. Propone l’ «istituzione di un posto fisso di vigili urbani in prossimità della nuova zone a traffico limitato, in modo da consentire, a chiunque ne facesse richiesta ed avendone titoli, di poter entrare con automezzi all’interno dell’area».
Inoltre chiede di consentire ai titolari di attività commerciali «di avere un permesso per usufruire dei posteggi dei residenti, con conseguente aumento degli stessi, attualmente rivelatesi troppo esigui». Un altro provvedimento che agevolerebbe i residente sarebbe quello di «consentire ad un congiunto di residente all’interno della zona il transito ed il parcheggio temporaneo (con disco orario), qualora il residente documenti la necessità di tale concessione». 

 Ztl a parte, ieri è andata in onda l’ennesima lite tra Damiano e il suo predecessore/ex grande elettore Girolamo Fazio.  Il tema questa volta è saporito: l’utilizzo delle biciclette e dei ciclomotori da parte del personale comunale e dei vigili urbani. Al di là del merito della vicenda, per capire il clima che si respira a Trapani, basta leggere l’incipit del comunicato stampa del Comune di Trapani, non firmato (ma che modo è ?):

E’ vergognoso e quanto mai fuorviante, come si rileva ormai da tempo, fornire false notizie alla stampa che, dal canto suo, le dovrebbe verificare prima di pubblicarle.
Certo che il Sig. Fazio per la stampa locale e parte della cittadinanza (il suo elettorato) viene considerato il Vangelo, ma è pur vero che le sue menzogne hanno travalicato il limite della decenza e dell’altrui intelligenza….

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>