Questo articolo è stato letto 1 volte

Ubriaco alla guida dello scooter: il veicolo è da confiscare?

ubriaco-alla-guida-dello-scooter-il-veicolo-e-da-confiscare.jpg

Pizzicato a guidare ubriaco lo scooter del fratello, viene condannato per guida in stato di ebbrezza ai sensi dell’art. 186 del Codice della Strada, lettera C. Il tasso alcolico registrato è fra i 2,50 e i 2,59 grammi per litro. Il Gip procede a comminare una sanzione amministrativa pari a 1.000€, ad applicare la pena di quattro mesi di arresto e a ordinare la confisca del ciclomotore sequestrato unitamente alla sospensione della patente di guida.

La difesa presenta ricorso in Cassazione, in particolare in merito alla confisca del veicolo. Questa non poteva essere disposta in quanto il mezzo non apparterrebbe all’imputato ma al fratello, persona estranea al reato.

Il concetto di proprietà del veicolo

Il verbale redatto dagli agenti di Polizia Locale indica correttamente che il ciclomotore, stando ai documenti, risulta essere di proprietà del fratello del ricorrente. I giudici, però, intervengono sul tema per chiarire il concetto di proprietà:

“la nozione di appartenenza del veicolo a persona estranea al reato non va intesa in senso tecnico, come proprietà od intestazione nei pubblici registri, ma quale effettivo e concreto dominio sulla cosa, che può assumere la forma del possesso o della detenzione, purché non occasionali”

Non è quindi sufficiente un controllo del documento di proprietà per stabilire se il veicolo sia o meno da confiscare, ma è necessaria un’ulteriore indagine atta a stabilire chi abbia la reale disponibilità del veicolo e lo utilizzi quotidianamente. I giudici procedono quindi ad annullare la sentenza impugnata e a rinviare al tribunale per un nuovo esame.

Potrebbe interessarti anche: “Auto: il Consiglio dei Ministri approva il documento unico di proprietà”

Consulta la Sentenza n. 13511 del 20.3.2017, Corte di Cassazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>