Questo articolo è stato letto 0 volte

Venezia, concorso per 70 vigili: solo se superatleti e pronti a portare la pistola

Fonte: http://nuovavenezia.gelocal.it/

Venezia. Volete fare i vigili a Venezia e a Mestre? Dovete essere dei super atleti, perché le prove previste dal bando pubblicato dal Comune per l’assunzione di 70 nuovi agenti di Polizia locale – o, meglio, per “70 contratti di formazione e lavoro della durata di un anno” – sono da veri atleti. E perché i test psico fisici, arriveranno prima dei test giuridico-amministrativi.

Innanzitutto, dovete essere giovani: al massimo 30 anni “alla scadenza del bando”.

Test fisici. Meglio allenarsi da subito, perché i pre-requisiti di efficienza fisica, prevedono il superamento di queste prove, da eseguirsi in sequenza: per i maschi,  corsa di 1.000 metri da compiersi nel tempo massimo di 4’05”, salto in alto di una altezza di 105 centimetri da superarsi in un massimo di tre tentativi e 5 sollevamenti alla sbarra continuativi da compiersi nel tempo massimo di 2’00”; per le femmine corsa di 1.000 metri da compiersi nel tempo massimo di 5’05”, salto in alto di una altezza di 90 centimetri da superarsi in un massimo di tre tentativi e 2 sollevamenti alla sbarra continuativi da compiersi nel tempo massimo di 2’00”, come cita testualmente il comunicato diramato dal Comune di Venezia.

Naturalmente, poi ci sono le condizioni base: avere la cittadinanza italiana, diploma di scuola superiore che consenta di accedere all’università, patente di guida B e poi – e qui si va sullo specifico – dovrete essere in possesso o della patente A senza limiti oppure dell’abilitazione alla guida di imbarcazioni ad uso privato entro le 12 miglia o superiore. E, ancora, non avere impedimenti al porto e all’uso dell’arma; godere dei diritti civili e politici; ovviamente, non aver riportato condanne penali definitive;non essere esclusi dall’elettorato politico attivo o dichiarati decaduti da un impiego statale.
Prevista, “disponibilità incondizionata e irrevocabile al porto d’armi d’ordinanza e alla conduzione di tutti i veicoli e natanti in dotazione al Corpo di Polizia Locale”.

Gli esami. Il concorso prevede una prova di pre-selezione entro maggio, attraverso test psico-attitudinali a risposta chiusa, se il numero delgi iscritti (come è molto probabile) supererà i 350 aspiranti vigili. Seguiranno le prove fisico-sportive e – se le si supererà –  “una prova scritta e una prova orale alla quale si accederà solamente se alla prova scritta si sarà superata la votazione di 21/30. Le prove verteranno sulle materie di ambito giuridico, amministrativo e strettamente correlate alla materia oggetto del bando”.

Poi i  test di guida, perché la patente non basta: bisogna anche dimostrare di saperla usare.

E se tutto andrà bene si potrà firmare un contratto, che non sarà l’assunzione nel Corpo della Polizia municipale di Venezia, ma un contratto di formazione lavoro di durata di 12 mesi, che potrà consentire l’eventuale assunzione a tempo indeterminato senza ulteriori procedure concorsuali.

Il termine perentorio per la presentazione delle domande è di 30 giorni dalla data di pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale, annunciato per queste ore. Informazioni su www.comune.venezia.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>