All’avvocato dell’ente che è anche dirigente della polizia locale non viene meno lo ius postulandi

L’avvocato di un ente locale che sia al contempo dirigente della polizia locale non viene meno ius postulandi ai sensi dell’art. 23 legge n. 247/2012, ciò a fronte delle indicazioni del legislatore contenute all’art. 1, comma 221, della legge n. 208/2015. Con queste indicazioni la Cassazione (ordinanza n.17143/2022) ha respinto il ricorso di un cittadino avverso la sanzione amministrativa per violazione del codice della strada.

di Vincenzo Giannotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.