Questo articolo è stato letto 8 volte

Assenze ingiustificate per più di tre giorni non salvano dal licenziamento il dipendente in part-time verticale

La disposizione del Testo Unico del pubblico impiego (art. 55-quater comma 1, lett.b) del d.lgs. n. 165/2001) prevede che si applichi il licenziamento, in caso di assenza dal servizio del dipendente pubblico per un numero di giorni, anche non continuativi, superiore a tre nell’arco di un biennio.

Continua a leggere l’articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *