Basta code, c’è lo Sportello Telematico Polifunzionale online

Fonte: Maggioli Editore

Il Comune di Pescara avvia l’ufficio telematico: un sito per i cittadini con 328 procedimenti e 346 moduli digitali, dalla variazione di residenza, all’adozione di un’aiuola, dalla richiesta di patrocinio, alla partecipazione a un concorso pubblico, dalla richiesta di rateizzazione del pagamento di una sanzione, alle integrazioni per istanze urbanistiche

Più di 320 pratiche da compilare e presentare online. Debutto ufficiale per lo Sportello Telematico Polifunzionale del Comune di Pescara. Accedendo alla sezione Servizi Online del sito istituzionale i cittadini possono entrare nell’area per compilare richieste, fare segnalazioni, attivare servizi. Tutti quei procedimenti che fino ad ora potevano essere completati solo recandosi nei vari uffici di Palazzo di Città.

Il progetto è stato illustrato nei giorni scorsi dal Sindaco Carlo Masci, dall’assessore all’Innovazione digitale Eugenio Seccia e dai referenti del Gruppo Maggioli che insieme alla struttura comunale hanno messo a punto gli strumenti volti a semplificare le procedure per i pescaresi.

«Abbiamo usato il periodo della pandemia per fare molti passi in avanti sul piano della digitalizzazione del Comune», ha evidenziato il primo cittadino. «Credo che sia importante lavorare per favorire la democrazia digitale e quindi fare in modo che tutti i cittadini abbiano gli strumenti per muoversi liberamente a livello digitale».

Lo Sportello a cui si accede dalla sezione Servizi Online sulla home page del sito, da pc, tablet o smartphone, si articola in 16 sezioni per un totale di 328 procedimenti e 346 moduli digitali, dalla variazione di residenza, all’adozione di un’aiuola, dalla richiesta di patrocinio, alla partecipazione a un concorso pubblico, dalla richiesta di rateizzazione del pagamento di una sanzione, alle integrazioni per istanze urbanistiche.

«Lo Sportello consente di inviare le pratiche online 7 giorni su 7, 24 ore su 24», ha sottolineato Roberto Locati del Gruppo Maggioli. «Per avvicinare sempre di più i cittadini alla pubblica amministrazione è operativa anche l’App Municipium per fare segnalazioni, consultare gli avvisi di protezione civile, accedere ai servizi online e scoprire i punti di interesse». Per entrare l’utente può autenticarsi tramite Spid, carta d’identità elettronica o una delle carte nazionali dei servizi come ad esempio la tessera sanitaria. «Il sistema è già pronto per consentire con PagoPa in prospettiva di pagare qualunque tipo di importo correlato alla pratica presentata», ha commentato Giovanni Bonati, manager del Gruppo Maggioli. «Inoltre con il progetto viene garantita la certezza dei tempi, perché per ogni procedimento viene indicata la tempistica con cui l’amministrazione si impegna a completare la pratica stessa».

«A breve installeremo in Comune uno Spid point, che permetterà ai cittadini di attivare lo Spid recandosi in municipio», ha annunciato l’assessore Seccia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.