Questo articolo è stato letto 7 volte

Casi e forme della ispezione (parte II)

Se il legislatore non ha previsto che l’avviso della facoltà di farsi assistere da persona di fiducia sia accompagnato o prece­duto dalla consegna di una copia del decreto con cui si dispone l’ispezione, va però sottolineato che il difensore ha facoltà di assiste­re alle ispezioni (ivi comprese quelle personali) e di essere avvisato almeno ventiquattrore prima del compimento delle relative operazioni, salvi i casi di assoluta urgenza (art. 364, comma 5), con conseguente necessità, nella fase delle indagini preliminari, dell’invio dell’informazione di garanzia, nei termini indicati da Cass. sez. un. 23/2/2000, trattandosi di atto a sorpresa.

Continua a leggere l’articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *