Questo articolo è stato letto 5 volte

Condotta illecita del funzionario amministrativo

Il caso. Un dipendente pubblico aveva ricevuto per sé e per il coniuge una retribuzione non dovuta (consistente nel pagamento di un viaggio e di un soggiorno) da parte della ditta incaricata della raccolta dei rifiuti presso il comune, al fine di velocizzare i pagamenti dei servizi e delle prestazioni resi dalla predetta società.

La condotta illecita del dipendente viola il diritto alla reputazione e immagine della P.A., così si sono pronunciati i giudici della Corte dei Conti, sez. giur. Sicilia, che hanno condannato il funzionario a risarcire il danno non patrimoniale arrecato all’ente.

Consulta la sentenza n. 446/2017, Corte dei Conti, sez. giur. Sicilia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *