Questo articolo è stato letto 1.021 volte

Contestazione immediata: è obbligatoria anche in caso di sinistro?

La mancata contestazione immediata di una violazione al codice della strada, accertata in seguito ai rilievi di un sinistro stradale, dev’essere specificamente motivata dagli operatori di polizia: non è sufficiente indicare, quale motivazione del differimento, la necessità di redigere il verbale ‘in ufficio’. Se è vero infatti che l’addebito di responsabilità inerenti un sinistro stradale richiede attività di studio ed accertamento che spesso non risultano di immediata applicazione, il Giudice di Pace di Catania ricorda che la discrezionalità di muovere eventuali addebiti in un momento successivo in relazione alla complessità che l’attività necessaria per la ricostruzione della dinamica dell’incidente non deve ritorcersi a danno dei cittadini e del loro diritto di difesa. 

Leggi la sentenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *