Questo articolo è stato letto 11 volte

Guida in stato di ebbrezza – Prelievo ematico effettuato a distanza di tempo – rilevante se vi sono stati evidenti sintomi

In tema di guida in stato di ebbrezza, in presenza di un accertamento strumentale del tasso alcolemico conforme alla previsione normativa, grava sull’imputato l’onere di dare dimostrazione di circostanze in grado di privare quell’accertamento di valenza dimostrativa della sussistenza del reato, fermo restando che non integra circostanza utile a tal fine il solo intervallo temporale intercorrente tra l’ultimo atto di guida e l’espletamento dell’accertamento.

Corte di Cassazione Penale sez. IV 3/11/2021 n. 39315 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *