Questo articolo è stato letto 10 volte

Il TAR Piemonte sancisce la legittimità delle ordinanze che riducono gli orari delle sale da gioco

Il TAR Piemonte, con la sentenza n. 839 pubblicato l’11 luglio 2017, respinge alcuni ricorsi contro le ordinanze  che limitano gli orari di funzionamento per le slot machine.

La Sentenza del TAR cita in particolare un pronunciamento della Corte Costituzionale (18 luglio 2014, n. 220) che stabiliva che l’ordinanza sindacale potesse essere legittimamente usata per disciplinare gli orari delle sale giochi e degli esercizi nei quali sono installate apparecchiature per il gioco. L’ordinanza in questione permetteva il gioco dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 18 alle 24.

A nulla servono inoltre i molti altri motivi di ricorso presentati, fra cui citiamo la supposta disparità di trattamento fra Comuni o il fatto che la limitazione riguardi solo alcuni tipi di gioco (ad esempio nulla può contro gratta e vinci o simili). Secondo la Corte rispetto al primario interesse alla tutela della salute pubblica, il limite del rispetto dei rapporti economici e dei vincoli contrattuali assume un carattere palesemente recessivo.

Consulta la Sentenza n. 839/2017, TAR Piemonte

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *