In primo piano

Impossibilità per il prefetto di impedire decadenze e divieti in relazione a licenze e autorizzazioni di polizia, ove vengano adottate misure di prevenzione antimafia

La Corte costituzionale conferma l’impossibilità per il prefetto di impedire decadenze e divieti in relazione a licenze e autorizzazioni di polizia, ove vengano adottate misure di prevenzione antimafia.

La Corte costituzionale, con sentenza n. 180/2022 ha dichiarato inammissibile le questioni di legittimità costituzionale dell’art. 92 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159 (codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 2010, n. 136), sollevate, in riferimento agli artt. 3, primo comma, 4 e 24 della Costituzione, dal Tribunale amministrativo regionale per la Calabria, sezione staccata di Reggio Calabria.

PER APPROFONDIRE:
News n. 96 della Corte costituzionale

 

Fonte: www.giustizia-amministrativa.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.