Questo articolo è stato letto 2 volte

La riforma della legittima difesa (II parte)

L’articolo 2 della legge 36/2019 interviene sull’articolo 55 del codice penale: aggiunge un ulteriore comma ed esclude, nelle varie ipotesi di legittima difesa domiciliare, la punibilità di chi, trovandosi in condizione di minorata difesa o in stato di grave turbamento, derivante dalla situazione di pericolo, commette il fatto per la salvaguardia della propria o altrui incolumità.

Continua a leggere l’articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *